Progetto scientifico Heliopolis

Esperimento di parco fotovoltaico eliotermico
in condizioni di alta temperatura


L’esperimento si basa sulla costruzione di un parco fotovoltaico da cento pannelli solari, come si può notare è un parco fotovoltaico di discrete dimensioni senza assolutamente essere invasivo; si tratta della taglia minima per poter poi eseguire delle proiezioni matematiche abbastanza attendibili su scala.

Il problema dello sporcamento dei pannelli solari e dell’eccessivo calore ha fino ad oggi impedito lo sviluppo in termini economicamente vantaggiosi delle tecnologie solari nel continente Africano, che tanto ne avrebbe bisogno per il suo sviluppo.
Grazie agli studi ed agli esperimenti svolti in Italia da Marino Piasentà in collaborazione con il Politecnico di Torino, contiamo di avere risolto questi due nodi fondamentali
La tecnologia fotovoltaica per la produzione di energia elettrica è in assoluto la più ecologica e diffondibile nel continente Africano, per la sua peculiarità di essere sostanzialmente autonoma dalle reti di distribuzione.

Oltre al parco fotovoltaico, l'esperimento comprende anche:
1. gli evaporatori solari
2. il Sistema Fee
3. il sistema di refrigerazione
4. gli inverter
5. i trasformatori
6. i quadri elettrici per il controllo automatico di tutte le funzioni.
7. I sistemi di irrigazione da sottosuolo.

Quest’ultima è la parte dell’esperimento che potrebbe aprire gli scenari più interessanti.

I sistemi di raffreddamento dei pannelli sono stati da noi studiati per riuscire ad avere un’alta produzione di energia elettrica superando il problema del calore eccessivo.

Grazie agli esperimenti già svolti ed agli studi sulla trasmigrazione naturale del Gas dovremmo riuscire a realizzare il raffreddamento a costo energetico quasi nullo

HELIOPOLIS PROJECT